Citazioni, immagini e suggestioni #5 – Raymond Carver e la “firma” dello scrittore

Ogni grande scrittore e anche semplicemente ogni bravo scrittore ricrea il mondo secondo le proprie specificazioni.
È qualcosa di simile allo stile, quello di cui sto parlando, ma non è solo questione di stile. È il tipo di inconfondibile e unica firma che lo scrittore lascia su qualsiasi cosa egli scriva. E ne fa il suo mondo e niente altro. È una delle cose che contraddistingue uno scrittore. E non è il talento. Di quello ce n’è anche troppo in giro. Ma uno scrittore che ha una maniera particolare di guardare le cose riesce a dare espressione artistica alla sua maniera di guardare le cose, è uno scrittore che durerà per un pezzo.

 

Il mestiere di scrivere
Raymond Carver
Einaudi
, 1997 (pp.6)

Traduzione Riccardo Duranti.

raymond-carver-librofilia

Comments

comments

2 thoughts on “Citazioni, immagini e suggestioni #5 – Raymond Carver e la “firma” dello scrittore

  1. Solo uno come Carver poteva scrivere una cosa del genere! Le faccio in primis i complimenti per il sito che non conoscevo. Scrivo ma non frequento spesso gli scrittori.Tranne qualche raro caso.Mi esprimerò esclusivamente in merito alla fattispecie dello scrittore, come io credo debba essere. Non importa se questo signore abbia avuto un seguito rilevante,numericamente intendo, potrei pensare che il successo sovente cela una comunione di intenti con il resto del mondo!Il che potrebbe non essere positivo. Diciamo che Carver lo considero alla stregua di Calvino: macchine scrittorie!Parafrasando qualcuno. Io ebbi solo cattivi maestri gli stessi in parte che lei ha deliziosamente messo in vetrina da Fante a Burroughs (che però non trovo elencato) da Norman Mailer a Thompson l’uomo con il nome da fucile! Non trovo Bukowski il re ma forse mi sono eprso qualche premessa al suo elenco. Ogni scrittore non deve inventarsi il modno ma avere occhi epr cogliere del mondo la poesia o il nulla. Quando si scrive non bisognerebbe mai pensare a cosa scrivere o di chi scrivere. Quando si scrive l’unica cosa di cui hai bisogno è un foglio, una penna, un buon bicchiere di vino e tutta la tua ironia per guardare il mondo con gli occhi di un clown! Sono d’accordo invece con l’idea fondamentale che il talento fa ciò che può e che solo il genio fa ciò che vuole! Ma carver non lo ha mai capito in fondo. Ha scelto il talento. A presto e continui a stupire il mondo con le sue iniziative, sono lodevoli nonostante il mondo sia spacciato! Antonio Asmodeo

    • Buongiorno Antonio, diciamo che l’elenco degli autori americani non è completo perché viene aggiornato di pari passo con le mie letture.
      Carver è il padre assoluto di un filone narrativo che è l’essenza stessa della scrittura, sublime in tutti i sensi e difficile da etichettare o da paragonare.
      Grazie per essere passato di qui e spero di rivederti presto! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *